NEWS

Latest News and Updates

Post-Instagram.jpg

Perpetua e Too Good To Go insieme contro gli sprechi

Promuovere il consumo responsabile del cibo riducendo lo spreco e dare una nuova vita alla grafite destinata allo smaltimento? Perpetua fa squadra con Too Good To Go per premiare chi non spreca.

“20 milioni di pasti salvati – Non sprecare neanche una bag”* è il concorso indetto da Too Good To Go per incentivare l’adozione di comportamenti sostenibili. L’app che riduce gli sprechi alimentari ha deciso di premiare i propri utenti con la possibilità di vincere fantastici premi tra cui 20 Kit Perpetua contenenti g_cork, Perpetua la matita e Perpetua il taccuino. Tutti realizzati con G Upgraded Recycled Graphite, sono il risultato dell’implementazione di un modello di economia circolare.

Come partecipare:

  • Basta acquistare sull’app almeno 2 Surprise Bag 
  • Registrare gli ID Order sul sito web dedicato: www.neancheunabag.it
  • Attendere l’estrazione

*Valido dal 15/05/2024 al 05/06/2024 – Montepremi complessivo: € 5.890,97 iva esclusa se prevista. Regolamento completo su  www.neancheunabag.it)

Leggi
Giorgia GiordanPerpetua e Too Good To Go insieme contro gli sprechi
tutti-insieme.jpg

Sei B Corp della provincia di Vicenza e l’Accademia Olimpica fanno squadra per analizzare, comprendere e migliorare l’impronta ambientale delle attività produttive sul territorio. 

La convenzione

Alisea, Arbos, Cielo e Terra, D’Orica, Ecozema e Zordan hanno deciso di unire le forze con l’Accademia Olimpica per ridurre e compensare l‘impatto ambientale derivante dalle attività produttive a livello di emissioni di CO2 e di altri gas climalteranti, dell’impronta idrica, del consumo di suolo (sotto il profilo della perdita di fertilità ed erosione quale conseguenza dell’urbanizzazione), dell’impatto sulla biodiversità ecc.

Lo stato dell’arte e la responsabilità socio-ambientale delle imprese

“Le attività antropiche hanno spesso conseguenze significative sull’ambiente e quindi sugli organismi viventi che lo popolano, esseri umani inclusi – afferma Susanna Martucci, Ceo & founder di Alisea srl – Per questo è fondamentale considerare le conseguenze delle nostre azioni e adottare pratiche che preservino la ricchezza e la complessità del nostro territorio per le generazioni future.” 

Le aziende in tal senso stanno implementando soluzioni per compensare le emissioni attraverso l’acquisto di crediti di carbonio, o carbon credit, legati a progetti di tutela ambientale e climatica certificati. 

Un team di B-Corp Olimpiche per il territorio di Vicenza

Perché non investire in soluzioni ad hoc per il proprio territorio? Come renderlo in grado di ridurre o assorbire i gas ad effetto serra responsabili del riscaldamento climatico globale?

Sono queste le considerazioni che hanno portato alla firma di una convenzione tra l’Accademia Olimpica – Istituzione fondata nel 1555 che si occupa di diffusione della cultura in tutte le sue espressioni – e sei società certificate B Corp della provincia di Vicenza. 

In particolare, la collaborazione mira a trovare e valorizzare, di concerto con enti e professionisti del territorio, le risorse naturali del vicentino in ottica di una progressiva decarbonizzazione del territorio attraverso la rigenerazione degli ambienti naturali e degli ecosistemi. 

Leggi
Giorgia GiordanSei B Corp della provincia di Vicenza e l’Accademia Olimpica fanno squadra per analizzare, comprendere e migliorare l’impronta ambientale delle attività produttive sul territorio. 
muse_varie-PER-POST_MOD.jpg

ALISEA CON IL MUSE DÀ VALORE ALL’INNOVAZIONE E ALLA SOSTENIBILITÀ

La città di Trento custodisce un prestigioso gioiello: il MUSE. Progettato da Renzo Piano, il Museo delle Scienze è un luogo di stimoli e curiosità che porta i visitatori a riflettere sull’importanza dell’innovazione e dell’economia circolare per lo sviluppo di un futuro sostenibile.

I VALORI

La condivisione di valori come l’innovazione, la sostenibilità e l’economia circolare, non solo di materiali, ma anche di idee ha permesso al MUSE e ad Alisea di creare una collaborazione ideale. Entrambi, infatti, hanno l’obiettivo di coinvolgere sia i ragazzi che gli adulti, educandoli alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica, attraverso gli Oggetti comunicanti nati da questa collaborazione: da Perpetua la matita per il Muse a oggetti come Double e Last Word.

GLI OGGETTI COMUNICANTI

Tutti gli oggetti realizzati da Alisea per il MUSE si distinguono per il design che riprende gli schizzi originali abbozzati dall’Archistar Renzo Piano durante lo studio e la progettazione della sede del MUSE. Un grazie alla Fondazione Renzo Piano che ne ha reso possibile la riproduzione.

Con Perpetua la matita ad oggi la community del MUSE ha contribuito a riciclare 81 kg didi grafite scrivendo, che altrimenti sarebbero finiti in discarica. Il MUSE con la sua edition di Perpetua la matita entra a far parte della community internazionale di Perpetua che ad oggi ha riciclato 27 tonnellate di polvere di grafite, contribuendo allo sviluppo dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale.
Perpetua per il MUSE è disponibile nel bookshop del museo e nell’e-commerce autorizzato. Tutti gli oggetti realizzati da Alisea per il MUSE si distinguono per il design che riprende gli schizzi originali abbozzati dall’Archistar Renzo Piano durante lo studio e la progettazione della sede del MUSE. Un grazie alla Fondazione Renzo Piano che ne ha reso possibile la riproduzione.

Immagine che contiene testo

Descrizione generata automaticamente

Double è un evidenziatore a doppia punta, nato come alternativa ai classici evidenziatori in plastica. A differenza di questi ultimi, infatti, Double non utilizza plastica e non si asciuga a contatto con l’aria, riducendo così il rischio di spreco. Il suo fusto è in legno certificato FSC e PEFC a garanzia della provenienza da foreste gestite in ottica di sostenibilità ambientale.
Per le sue caratteristiche innovative,Double ha vinto il 1° premio BAPP dell’Innovazione in Francia.

Last Word è un segnalibro molto particolare che riporta il lettore a dove si era interrotto, precisamente all’ultima parola letta – da qui il suo nome.  Il design di Last Word è vincitore dell’IDA Design Award e dell’ADI Design Index.

Dal recupero e riciclo delle bottiglie in plastica post-consumo, nascono i righelli Alisea exclusively for MUSE. Uno strumento semplice ma in grado di sensibilizzare, soprattutto i più giovani, di quanto una corretta raccolta differenziata della plastica possa permettere la produzione di nuovi oggetti in economia circolare.

Immagine che contiene albero, esterni, via, strada

Descrizione generata automaticamente

Infine, i Sassi di Luce rappresentano il perfetto connubio tra scienza, innovazione ed economia circolare. Un’unione unica resa possibile dalla fotoluminescenza.
Grazie alla combinazione di vetro recuperato dai flaconi del settore biomedicale e terre rare, i sassi di luce “catturano” e trattengono la luce solare o artificiale per poi restituirla al buio.

Leggi
Giorgia GiordanALISEA CON IL MUSE DÀ VALORE ALL’INNOVAZIONE E ALLA SOSTENIBILITÀ
orsopersito.jpg

Alisea e WWF Italia per salvare l’Orso Marsicano

Lo chiamano l’orso gentile perché nella meravigliosa terra in cui vive – Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e dintorni – non è affatto insolito vedere un orso che cammina tranquillamente e pacificamente per i sentieri del parco.

 

L’Orso Marsicano vive solamente nel centro Italia e in nessun’altra parte del Pianeta.

 

Convivere con una specie unica al mondo dovrebbe renderci orgogliosi e, allo stesso tempo, protettivi nei suoi confronti ma purtroppo questo splendido e simpatico animale è a rischio di estinzione: gli esemplari in natura sono solamente 50.

50 come gli orsetti marsicani in cartapesta che Alisea ha realizzato dal recupero e riutilizzo di vecchi magazine Pandagift di WWF. Ognuno è stato realizzato a mano con l’utilizzo di colla fatta con farina e acqua e colori a base d’acqua.

 

 

Questo progetto fa parte dell’iniziativa 2×50 di WWF: raddoppiare la popolazione di Orsi Marsicani entro il 2050 perché…

 

 

“L’orso è avventura, favola, leggenda, continuazione di una vita antichissima, scomparsa la quale ci sentiremmo tutti un poco più poveri e più tristi”

Dino Buzzati

 

Scopri di più sul progetto: https://www.wwf.it/orso_2x50.cfm

 

Gli Orsetti Marsicani WWF di Alisea fanno il giro d’Italia: da Vicenza, passando per lo speciale sulle Oasi del WWF di Rai Tre e Mattino5 fino in Piazza Montecitorio a Roma per il flashmob dell’11 ottobre 2019.

#salviamolorsomarsicano #Alisearecyclingproject #Aliseareusedproject #OggettiComunicanti

Leggi
Giorgia GiordanAlisea e WWF Italia per salvare l’Orso Marsicano
SAUL-KIT.jpg

There’s no place like home

Quelli di Alisea sono i primi Oggetti Comunicanti che ROCPOPlife ha deciso di realizzare a sostegno del suo ambizioso e importante progetto per la salvaguardia della Quercia di Mare.

Monotracolla in gabardine di cotone

Perché è diversa:

  • è stampata con g_ink, il primo e unico pigmento realizzato con polvere di grafite di recupero – la stessa di Perpetua la matita;
  • è realizzata utilizzando cotone naturale non sbiancato con additivi chimici;
  • le sue cuciture riprendono quelle dei sacchi di sale della tradizione salina italiana;
  • la misura è stata ideata in modo da evitare sfridi di lavorazione del tessuto.

Taccuino in carta Ecophilosophy

Perché è diverso:

  • nessun albero è stato abbattuto per produrre gli interni;
  • la cover è realizzata in carta Ecophilosophy: una carta a rilievo unica, resistente all’usura e con forte capacità di idrorepellenza, realizzata negli anni ‘60 e originariamente pensata per contenere prodotti pesanti e umidi quali farina, grano, collanti e cemento;
  • è stampato con inchiostri ecologici attraverso un sistema fotovoltaico di ultima generazione che consente il risparmio di notevoli quantità di CO2.

Il progetto ROCPOPlife

Si chiama Cystoseira, anche detta quercia di mare.

È un’alga bruna che cresce sulle rocce dei fondali in prossimità della fascia costiera ed è fondamentale per la vita nelle acque del Mare Nostrum.

Il progetto ROCPOPlife si impegna a preservarla e riportarla laddove, spesso a causa degli impatti antropici, è ormai sparita.

Gli obiettivi del progetto:

  • ripopolare di Cystoseira il Parco Nazionale delle Cinque Terree la Riserva Marina di Miramare con un sistema innovativo che preserva l’ecosistema acquatico;
  • favorire la naturale sopravvivenza di questa specie acquatica promuovendo comportamenti responsabili e sostenibili.

ROCPOPlife è un progetto cofinanziato dalla Comunità Europea all’interno del programma LIFE Natura, coordinato dall’Università di Trieste in collaborazione con l’Università degli Studi di Genova, Softeco Sismat srl e le aree marine protette di Cinque Terre, Miramare , Portofino e Strugnano.

Leggi
Giorgia GiordanThere’s no place like home
AIRFRANCE-VE-CHIESA-DEGLI-SCALZI-01.10.2018-7.jpg

“ERO UN’AFFISSIONE DELLA CAMPAGNA AIR FRANCE 2018 … ORA SONO IL TUO MOUSEPAD”

Vi siete mai chiesti dove vanno a finire gli enormi cartelloni pubblicitari che vedete affissi in giro per le città?

 

Molti vengono gettati e portati in discarica. Ma non quelli di Air France KLM.
La compagnia franco-olandese ha deciso di recuperare i banner pubblicitari del 2018 e dare loro nuova vita attraverso il progetto Reuse di Alisea … perché sono i piccoli gesti a fare la differenza.

Venezia – Chiesa degli Scalzi

Firenze – Basilica di Santa Maria Novella

Bologna – Palazzo Re Enzo

Con il recupero e il riutilizzo di 783 m2 di PVC, abbiamo realizzato e stiamo realizzando oggetti di design per la persona e per l’ufficio: il primo di questi è un mousepad.

 

Il mousepad – realizzato da Alisea – diventa il messaggio di sostenibilità che la compagnia vuole trasmettere ai partecipanti alla conferenza stampa che si terrà a Napoli martedì 16 aprile in occasione dell’installazione del primo Seabin finanziato da KLM Italia.

Alisea – Mousepad realizzati dal recupero delle affissioni pubblicitarie 2018 Air France

Ma cos’è Seabin?

Seabin – parte del progetto LifeGate PlasticLess – è un dispositivo per la raccolta di plastiche galleggianti, ideato e creato da due ricercatori australiani, capace di catturare oltre 500 kg di rifiuti l’anno, comprese le microplastiche da 5 a 2 mm e le microfibre da 0,3 mm.

Questo dispositivo, presente nelle principali aree portuali italiane, ora arriva anche al Porticciolo del Molosiglio a Napoli grazie a KLM Italia.

Una staffetta a favore del Mediterraneo che segna l’avvio dell’iniziativa #perunmarepulito. 

Scopri di più

 

Seabin 

Leggi
Giorgia Giordan“ERO UN’AFFISSIONE DELLA CAMPAGNA AIR FRANCE 2018 … ORA SONO IL TUO MOUSEPAD”
Schermata-2019-02-18-alle-17.34.22.png

Alisea e Perpetua sono sulla Mappa della Sostenibilità

 

Siamo orgogliosi di annunciare che siamo sulla Mappa della Sostenibilità.

La Mappa della sostenibilità offre la prima fotografia delle imprese responsabili – sia dal punto di vista sociale che da quello ambientale – in Italia, ed è stata costruita sulla base di alcuni elementi oggettivamente rilevabili. La Mappa è stata realizzata dai CSRnatives, network composto da oltre 250 studenti universitari e neolaureati “appassionati” di sostenibilità.

L’iniziativa è stata presentata a ottobre 2018 in Bocconi, a Milano, durante Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale.

Per esplorare la mappa: http://www.mappadellasostenibilita.it/

Leggi
Alvise BortolatoAlisea e Perpetua sono sulla Mappa della Sostenibilità
05.jpg

Alisea e Wråd portano a teatro una Xbag tutta da scoprire: la G_Bag

Da un DNA fatto di valori e visione condivisi, nascono progetti con obiettivi comuni: prodotti che mirano a ridurre l’impatto ambientale e sociale, attraverso cicli produttivi innovativi di economia circolare.

Questo è ciò che è avvenuto grazie alla collaborazione tra Susanna Martucci, founder e CEO di Alisea e Perpetua e Matteo Ward, co-founder del purpose-brand WRÅD. Nella quarta edizione del TEDxVicenza – from ME to WE – Alisea, Perpetua e WRÅD hanno mostrato cosa può nascere dalla volontà di continuare ad innovarsi e dalla capacità di agire sinergicamente. Quest’anno, infatti, ad attendere gli spettatori al Teatro Comunale di Vicenza, c’era G_Bag.

G_Bag è una monotracolla in denim Kitotex con trattamento g_pwdr technology by Alisea. g_pwdr technology è un inedito ed innovativo processo di trattamento per la tintura che utilizza come pigmento polvere di grafite recuperata dai processi di produzione industriale, la stessa di Perpetua la matita.

Rispetto alle tecniche attualmente in uso, g_pwdr technology permette di:

  • ridurre il consumo d’acqua del 90%
  • ridurre lo spreco di energia elettrica del 47%
  • non utilizzare additivi e pigmenti chimici;

Il tessuto trattato con g_pdwr si caratterizza per:

  • il punto di grigio unico e non ottenibile con alcun sistema di tintura chimica.
  • la morbidezza, ottenuta senza l’utilizzo di ammorbidenti. La grafite infatti è un materiale lubrificante e questo consente di rendere morbido il tessuto senza l’utilizzo di additivi chimici.
  • una mano unica, non replicabile, dovuta alle caratteristiche abrasive proprie della polvere di grafite.

Questa tecnologia produttiva offre un’alternativa innovativa e concreta per il trattamento nella tintura dei tessuti in quanto recupera e ricicla polvere di grafite che altrimenti sarebbe finita in discarica.

g_pwdr® è un brevetto di processo produttivo pensato da Alisea per permettere alla start up di moda WRÅD di entrare sul mercato con un prodotto inedito e dall’alta funzionalità sociale e ambientale.

G_Bag, dove “G” sta per grafite, veicola un messaggio importante condiviso dal team e dagli speaker di TEDxVicenza 2018: le idee possono diventare realtà, passando da visione a cambiamento, attraverso la capacità di condividere e contaminarsi.

G_Bag for TEDxVicenza – We had to invent it.

Leggi
Alvise BortolatoAlisea e Wråd portano a teatro una Xbag tutta da scoprire: la G_Bag
B4.jpg

ANCHE L’INQUINAMENTO AMBIENTALE È RESPONSABILE DELLE MALFORMAZIONI GENETICHE: SURGERY FOR CHILDREN E PERPETUA LA MATITA SCENDONO IN CAMPO ASSIEME

L’incontro tra Susanna Martucci – CEO e Founder di Alisea e Perpetua – e Sergio D’Agostino – medico chirurgo della onlus Surgery for Children – grazie a Confartigianato Vicenza darà il via ad un nuovo progetto per affrontare un nemico comune.

 

“Sono da sempre convinta che persone che fanno lavori diversi e anche distanti, se hanno valori comuni, quando si incontrano si riconoscono e da questi incontri possono nascere nuove storie. È successo al teatro di Lonigo di Vicenza qualche settimana fa. Una giornata emozionante, a tratti commovente, durante la quale sono stati premiati imprenditori che hanno saputo, attraverso il duro lavoro, costruire storie di successo. Nell’era dell’economia digitale, sapere che con il sudore e le mani sono state create aziende eccellenti mi ha emozionato, ci ha emozionato. A fine cerimonia, dopo che ognuno di noi ha avuto modo di raccontare alla platea il proprio lavoro, abbiamo capito che avevamo qualcosa in comune, qualcosa da dirci. Io volevo condividere con qualcuno l’idea che cullavo da tempo: trovare un canale sicuro per inviare le mie matite ‘Perpetua’ a bambini sparsi nel mondo che, per le loro condizioni di vita, trovano difficile reperire un semplice strumento di scrittura. Ho conosciuto in questa occasione il dottor Sergio D’Agostino, medico chirurgo fondatore di “Surgery for Children”, associazione di volontariato nata con l’intento di operare le malformazioni infantili nei paesi a basso e medio sviluppo. Negli anni la loro attività si è orientata verso una visione più ampia e costruttiva dell’azione in questi paesi attraverso la formazione e aggiornamento del personale locale, ma soprattutto nello studio e approfondimento dei fattori di rischio che portano alle malformazioni congenite.

Il dottor D’Agostino, invece, ha voluto condividere con me una cosa sconosciuta ai più e che, dopo 25 anni trascorsi a operare bambini nei più remoti paesi del mondo, a lui era ormai chiara: è l’interazione tra inquinamento ambientale e fattori genetici la causa di circa l’80% delle malformazioni genetiche alla nascita. Per questo il dottor D’Agostino e la sua associazione si interrogano quotidianamente su come riuscire a comunicare alle persone ciò che per loro è ormai una triste realtà. La storia di Perpetua è stata riconosciuta come uno strumento, un messaggero, che attraverso i valori che rappresenta può aiutarlo a veicolare, in modo semplice, un messaggio però importante: l’attenzione all’ambiente, il non inquinare la Terra che abitiamo può aiutare a migliorare in modo sensibile la qualità della salute sia dei bambini che degli adulti. Sono grata a Surgery for Children per come mi ha fatto sentire una persona utile e al tempo stesso orgogliosa del proprio lavoro“

Susanna Martucci Fortuna

 

 

Due realtà, provenienti da ambiti estremamente diversi ma egualmente sensibili, si riconoscono sul piano dei valori e uniscono le forze per divulgare il gravissimo problema dell’inquinamento ambientale nei Paesi poveri e sottosviluppati e le conseguenze che ci possono essere per la salute delle persone. Due realtà che vogliono essere parte attiva nel cambiamento, per affrontare e risolvere le sfide future.

Leggi
Alvise BortolatoANCHE L’INQUINAMENTO AMBIENTALE È RESPONSABILE DELLE MALFORMAZIONI GENETICHE: SURGERY FOR CHILDREN E PERPETUA LA MATITA SCENDONO IN CAMPO ASSIEME
100storie_EcodesignLab1-1.jpg

LA STORIA DI ALISEA TRA LE 100 SCELTE DA ENEL E FONDAZIONE SYMBOLA PER RACCONTARE CHI FA ECONOMIA CIRCOLARE IN ITALIA

Enel e Fondazione Symbola presentano “100 Italian Circular Economy Stories”. Un libro in cui 100 storie ci fanno scoprire come il nostro Paese sia insospettabilmente all’avanguardia su temi cruciali come la sostenibilità ambientale, la gestione delle scarsità delle risorse e il contrasto ai cambiamenti climatici.

“Queste cento storie ci raccontano di un’Italia che fa l’Italia e innova senza perdere la propria anima; ci parlano di un modello di economia e società più sostenibile e competitivo, più equo, che potrebbe rappresentare la risposta italiana alle questioni scottanti che il presente e il futuro pongono al Pianeta”.

 

Ermete Realacci, Presidente Fondazione Symbola

 

Per tutto il Team ALISEA, PERPETUA, G_PWDR Technology è un onore essere parte di questo progetto e contribuire attivamente diffusione e crescita dell’economia circolare italiana.

Leggi
Alvise BortolatoLA STORIA DI ALISEA TRA LE 100 SCELTE DA ENEL E FONDAZIONE SYMBOLA PER RACCONTARE CHI FA ECONOMIA CIRCOLARE IN ITALIA